Le orchestre da ballo protestano contro le scelte del Governo, con il patrocinio di StaGE! E INDIES

by esibirsi

In data 19 maggio 2021 abbiamo scritto al presidente Draghi, al ministero della Cultura ed alle principali istituzioni del paese.

ORCHESTRE: IL BALLO NON BALLA !
LA NOSTRA DIVERSITA’ NON E’ RICCHEZZA MA DISOCCUPAZIONE!

Illustrissimi,

In relazione al comunicato stampa n° 19 del consiglio dei Ministri del 17.05.2021 la scrivente associazione di categoria che rappresenta le orchestre da ballo italiane esprime profondo rammarico e delusione per la Road Map delle riaperture.

Il ballo di coppia non viene concesso nemmeno all’aperto, non si parla della ripartenza delle Sagre Enogastronomiche (circa 42.000 eventi estivi), non si parla di Feste Patronali (circa 16.000 eventi nei comuni comprese frazioni e piccoli borghi), eventi che potrebbero essere effettuati in piena sicurezza sia per il pubblico che per i lavoratori dello spettacolo adottando ad esempio il protocollo #ricominciamo dove il ballo di coppia è regolamentato e/o mediante il green pass.

Sentiamo sminuita la valenza produttiva ed economica del nostro comparto, del suo indotto e soprattutto della sua identità culturale, sociale e ricreativa.

E’ fortemente a rischio la nostra stagione estiva che occupa circa 15.000 orchestrali, la totale assenza di comunicazione sulle date di riapertura delle Sagre Enogastronomiche e Feste Patronali rende impossibile l’organizzazione degli eventi stessi per migliaia di associazioni di volontariato, pro loco, comitati festeggiamenti nonchè la programmazione artistica delle nostre orchestre da ballo che rappresentano la cultura musicale popolare e tradizionale italiana, una vera attrazione turistica che sostiene l’economia dei territori.

Chiediamo a grande voce una pianificazione delle date di riapertura per questi eventi estivi e la creazione di nuovi bandi di sostegno EXTRA-FUS per le aziende dello spettacolo presso il Ministero della Cultura, sino alla definitiva ripresa delle nostre attività ferme ormai da 15 mesi.

Rivendichiamo il nostro diritto al lavoro sancito dagli articoli 1 e 4 della costituzione, sosteniamo le pari opportunità e la lotta alle discriminazioni.

ORCHESTRE DA BALLO: LA NOSTRA DIVERSITA’ NON E’ RICCHEZZA MA DISOCCUPAZIONE!

Cordiali saluti. Il presidente pro tempore. Moreno Conficconi.

Lascia un commento

Your email address will not be published.
*
*